ECOSISMA ED ECOBONUS – D.L. RILANCIO 2020: SUPER BONUS 110%

IL PROGRAMMA
Il D.L., 19 maggio 2020, prevede all’art.119 una serie di incentivi per gli interventi finalizzati all’efficientamento energetico o alla riduzione del rischio sismico oltre che
per l’installazione di impianti fotovoltaici e di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici negli edifici. In particolare, è previsto un incremento al 110% dell’aliquota di
detrazione dall’IRPEF spettante a fronte delle spese sostenute nel periodo compreso tra il 1°luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

1) Detrazione imposta sui redditi
Il contribuente può decidere di incassare il credito d’imposta nei cinque anni successivi all’intervento, presentandolo in dichiarazione dei redditi. Nello specifico,
dovranno essere pagati i lavori e successivamente sarà possibile portare in detrazione la spesa, per una percentuale pari al 110%, da ripartire in cinque anni.
Le fattispecie previste per richiedere l’agevolazione sono:

ECOBONUS Rientrano gli Interventi volti a migliorare almeno due classi energetiche o il conseguimento della classe energetica più alta, nello specifico:
• Isolamento termico;
• Sostituzione di impianti di climatizzazione invernali.

SISMABONUS Interventi volti alla messa in sicurezza antisismica degli edifici. L’agevolazione può essere richiesta da coloro che possiedono immobili situati in
zone sismiche ad alta pericolosità (zone a rischio sismico 1, 2 e 3)

Infine, beneficiano di tale agevolazione quegli interventi che riguardano il risparmio energetico, solo se svolti congiuntamente con gli interventi sopra citati.

2) Cessione del credito o sconto in fattura
Oltre alla detrazione d’imposta sui redditi, i contribuenti possono optare per:
▪ Ricevere in fattura uno sconto pari al 100% del costo dei lavori anticipato dal fornitore, che a sua volta può cedere a terzi;
▪ La trasformazione in credito d’imposta, con possibilità di cessione a terzi, quali:
✓ Banche;
✓ Assicurazioni.

Ai fini dello sconto in fattura sono necessari:
▪ Visto di conformità fiscale, attestante la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta;
▪ L’asseverazione dei tecnici, per attestare il rispetto dei requisiti richiesti e la congruità della spesa.

ESEMPIO ECOBONUS 110%

Un soggetto deve pagare all’impresa edile che ha svolto i lavori, il costo per l’installazione di un impianto fotovoltaico, di importo pari ad € 8.000. Il contribuente potrà scontare
dalle imposte, nei prossimi cinque anni, il 110% della somma pagata, ossia € 8.800. Questo significa che il credito d’imposta sarà pari ad € 1.760 (€8.800/5) di imposte in meno da
pagare. Oppure, il contribuente può ricorrere alla cessione del credito o sconto in fattura.

IL NOSTRO CONTRIBUTO
Alla luce di quanto sopra, noi professionisti di Rewind, in collaborazione con varie banche, mettiamo a disposizione una serie di azioni di sostegno ai bisogni delle Imprese
quali la creazione di piattaforme digitali per la cessione del credito derivante dalla presente agevolazione.

Considerate le nostre competenze fiscali e finanziarie, possiamo aiutare le imprese durante la complessa operazione relativa alla cessione del credito fiscale al fine
di incentivare azioni private volte a rafforzamenti strutturali e interventi che consentono di efficientare il consumo energetico degli edifici.